San Gavino M.le. Nostra intervista al Presidente del Comitato zonale di Ales-Terralba

Il Centro Sportivo Italiano (CSI) è “un’associazione senza scopo di lucro, fondata sul volontariato, che promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana dell’uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio. “Educare attraverso lo sport” è la sua missione, svolta egregiamente dal dopoguerra anche nella nostra diocesi con dirigenti laici come Flavio Mocci e assistenti ecclesiastici come do Emilio Lisci. Il C.S.I. è tra le più antiche Associazioni di Promozione Sportiva del nostro Paese con ben 72 anni di vita, da sempre i giovani costituiscono il suo principale punto di riferimento, anche se le attività sportive promosse sono rivolte ad ogni fascia di età. Nostra intervista al Presidente del Comitato zonale di San Gavino M. Mario Farci. Nella scorsa primavera è stato votato un nuovo Direttivo
Il Comitato del Medio Campidano, con sede a San Gavino Monreale, nell’aprile del 2016 ha rinnovato i propri organi direttivi. È stato riconfermato il presidente uscente, Mario Farci, mentre i consiglieri sono stati rinnovati per ben 8/12. Attualmente il Direttivo in carica sino al 2020 è così composto: Presidente: Mario Farci (coordinatore attività sportiva e formazione), Vice Presidente: Sergio Marras (coordinatore atletica leggera); Amministratore: Sergio Soddu; Addetto alla segreteria: Felice Pinna; Consiglieri: Renato Cherchi, Simona Muscas, Maria Chiara Farris (coordinatore pallavolo), Mario Sardu (coordinatore oratori), Maria Giovanna Sanna, Marcella Deidda (coordinatore ginnastica ritmica unitamente alla responsabile nazionale Claudia Concas), Pierfranco Spada (coordinatore disabili), Gianfranco Muntoni (coordinatore nuoto), Raimondo Pittau (coordinatore minibasket), Revisore dei Conti: Salvatore Tuveri, Consulente Ecclesiastico: don Giovanni Battista Madau. Gli altri coordinatori: Calcio: Sandro Figus e Luca Fois; Calcio giovanile: Giovanni Steri, Arbitri: Marco Demelas, Giudice unico Antonello Zedda. Il nuovo Consiglio rappresenta l’espressione di tutto il movimento sportivo e associativo del nostro territorio.
Quale ruolo gioca il CSI nel territorio?
Quello descritto è sicuramente un percorso difficile e complicato in un territorio dove, purtroppo, lo sport del CSI viene spesso sottovalutato dalle stesse società, che preferiscono portare i loro ragazzi nelle Federazioni dove l’agonismo spadroneggia a scapito dei veri valori sociali e dello sport, dove non si coltivano “oasi affaristiche” come in tanti altri sport oramai votati all’interesse economico. Il CSI diffonde l’offerta di un’attività sportiva genuina sempre al centro dell’interesse altrui.

Articolo intero su Nuvo Cammino n. 2 pag. 12.

Don Petronio Floris