Festa nella parrocchia San Nicolò di Guspini che ricorda l’opera di mons. Michele Pinna

Questo anno ricorre il 60° anniversario dalla fondazione dell’Oratorio San Domenico Savio della Parrocchia San Nicolò di Guspini che avenne nel mese di gennaio del 1957 su iniziativa del compianto Mons. Michele Pinna giovane viceparroco tirocinante affidato alle cure del parroco Don Piano. L’Oratorio fu uno dei primi aperti non solo nella diocesi ma in Sardegna, i locali, posti al centro del paese, erano costituiti da vecchi fabbricati circondati da tre grandi cortili, che nel tempo assunsero le denominazioni di campo “C” riservato ai più piccoli, che crescendo dovevano transitare per campo “B”, ma se eri particolarmente dotato o giocavi nella Fortitudo o nella Stella Bianca allora anche se non avevi l’età accedevi al gotha del calcio Oratoriano nel mitico campo “A”.La donazione della famiglia Murgia, contribuì a trasformare radicalmente la casa oratoriana, con la costruzione di nuovi e accoglienti locali, compreso il “Teatro Murgia” sede dell’ormai trentennale manifestazione “Dicembre Teatrale Guspinese” animato dalla Filodrammatica Guspinese e che vede avvicendarsi sul palco le migliori compagnie teatrali sarde, uno degli appuntamenti più prestigiosi della cultura sarda. L’Oratorio San Domenico Savio è aperto 6 giorni su 7 e ogni giorno si gioca dalle 16 alle 20 senza contare che quasi ogni giorno dopo cena gli animatori ricaricano le batterie giocando una partita e da alcuni anni il mercoledì sera il campetto è appannaggio delle animatrici.

Articolo completo su Nuovo Cammino n. 4, pag. 13

L’Equipe Oratoriana