Per l’Associazione Culturale “Gruppo Folk Lunamatrona” sono stati venti giorni di folklore sardo-ungherese. Come ogni anno i ragazzi di Lunamatrona in occasione dell’XI Edizione del festival internazionale del Folklore Sa Corona Arrùbia, in collaborazione con l’amministrazione Comunale di Lunamatrona, hanno organizzato, sabato 5 agosto, la consueta rassegna folkloristica internazionale “Antighidades” giunta alla sua XV edizione, che ha visto sul palco oltre alla loro esibizione quella del gruppo Folklórny súbor Zobor Slovacchia, il Gruppo Folk “Santa Rosa” Nurri e il Gruppo Folk Bodrog Néptáncegyüttes – Sárospatak Ungheria; quest’ultimo ospite dei lunamatronesi dal 3 all’11 Agosto.
Durante la loro permanenza i gruppi sono stati accolti, accompagnati e sostenuti in tutte le uscite previste dal Festival e non, dai balli di Pauli Arbarei a Usini alle mattinate al mare, alle prove in palestra. Un legame solido che andrà avanti negli anni, com’è stato con l’ungherese Gruppo Folk Banat – Deszk, ospite a Lunamatrona nel 2009.
Nemmeno il tempo di riprendere fiato che i lunamatronesi devono fare le valigie.
Stavolta tocca a loro attraversare l’Europa, la destinazione è Mohács – Ungheria, famosa per la battaglia del 29 agosto 1529 tra ungheresi e ottomani e per le loro maschere tradizionali simili alle sarde (si coprono di pelli di pecora, hanno maschere intagliate nel legno e portano dei campanacci). Saputo della trasferta, il gruppo Banat non ha esitato ad invitare i sardi nella loro cittadina. Con immenso piacere il gruppo di Lunamatrona ha accettato l’invito e dopo due giorni e due notti di viaggio sono stati accolti a Deszk, cittadina al confine con Serbia e Romania, con un caloroso Nanneddu Meu da parte di tutto il gruppo ungherese.
Dal 17 al 20 agosto il gruppo folk di Lunamatrona è stato ospite del “XXI Mohacs Internation Folk Dance Festival” a Mohács. Le esibizioni sono state molteplici: Folk Dance Festival di Mohács, Delikapu Folklor di Pecs, Festa del grano a Somberek.
Ogni serata è stata chiusa con scambi di regali, lezioni di ballo da parte di tutti i gruppi sia verso il pubblico che i componenti degli altri gruppi. Il tempo di sistemare l’abito tradizionale in valigia ed è tempo di andare; si parte verso Livorno (1000km), la nave per Sardegna aspetta i lunamatronesi pronti per l’anno prossimo per un altro scambio interculturale. “Una bellissima esperienza che rimarrà impressa in tutti, dal più piccolo di 16 anni al più grande di 70 anni, dagli organizzatori dei vari festival a tutto il pubblico, dal fisarmonicista Gianfranco Carboni agli interpreti Daniel e Lucia”.

I numeri dell’Associazione

Nel giugno 2000 nasce, grazie all’impegno di alcuni appassionati di folklore e balli della Sardegna, L’Associazione culturale “Gruppo Folk Lunamatrona”. Dopo studi basati su vecchie fotografie d’epoca e soprattutto la memoria storica degli anziani, sono stati recuperati e ricostruiti, fedeli agli originali, i costumi sia maschili che femminili tipici di Lunamatrona. Dal 2002 l’associazione organizza la manifestazione denominata “Antighidades” che si rinnova ogni anno con il raduno di gruppi folk della Sardegna e dall’estero.
Ad oggi l’associazione conta più di 50 soci, dai 5 ai 70 anni, di cui 20 ballerini.
Uscite internazionali: 2001 Francia, 2003 Croazia, 2006 Toscana, 2007 Grecia, 2013 Polonia, 2017 Ungheria.

Alessandro Ecca