I preti sardi vogliono incontrarsi. Il clero isolano sente forte il bisogno di confrontarsi sui temi della vita sacerdotale, sulle sfide pastorali messe sul tavolo parrocchiale dalle trasformazioni culturali, sociali, educative, economiche di un mondo che cambia con la velocità della luce. Riuniti a Orosei per due giorni e mezzo poco più di 200 sacerdoti hanno chiesto di essere convocati ogni tre-cinque anni non solo per ascoltare – come è avvenuto tra il 12 e il 14 novembre scorso – ma anche per fare proposte. Due le hanno già messe davanti ai vescovi: riscoprire le lezioni del Concilio Plenario sardo e sinodalità. Anche questi sono temi che rientrano nella formazione permanente, percorso obbligato per ogni prete e religioso.

Lascia un commento