gruppo di bambini con le suore del “Cenacolo” M. Luce e M. Ancilla

La foto ritrae un gruppo di bambini con le suore del “Cenacolo” M. Luce e M. Ancilla della scuola dell’infanzia “Nostra Signora di Bonaria”. La gioia dei piccoli, accompagnati a scuola dai genitori della cittadina e dei paesi limitrofi col pulmino di “Giara bus”, è destinata a continuare fino alla fine di giugno. Nubi si addensano per la classe da costruire per il prossimo anno: le iscrizioni per ora sembrano insufficienti a formare una classe standard. Col rischio che si interrompa il servizio il servizio prezioso, di antica data, della scuola parificata istituita da mons. Antonio Tedde e gestita con grande dedizione dalle religiose del “Cenacolo”. Ci permettiamo di rivolgere un appello ai genitori di Ales e dei paesi del circondario che hanno figli da iscrivere alla scuola dell’infanzia: si rivolgano alla scuola paritaria “Nostra Signora di Bonaria” di Ales e garantiscano così la continuità di un servizio insostituibile e di grande valenza pedagogica. La crisi demografica non può privare il territorio di una scuola di vita per i bambini.

Lascia un commento