Giubileo delle Confraternite della Diocesi

Sabato 29 ottobre nella Cattedrale di Ales

nc-17-003

La nostra diocesi è ricca di numerose associazioni di volontariato e di assistenza e sono tanti coloro che lavorano per il bene del popolo di Dio. Tra esse le confraternite, associazioni di volontariato, laicali, che svolgono un prezioso servizio anche nelle parrocchie del nostro territorio del Campidano e di Marmilla. Sono associazioni antiche, che svolgevano l’apostolato esercitando la carità nel seppellire i morti, nel condividere i beni, nel sostenere le iniziative ecclesiali e nell’assistere le famiglie più povere e bisognose. Oggi le Confraternite non sono superate, occorre incrementare il numero delle persone, rivalorizzare il laicato nella Chiesa: coinvolgere, ciascuno nel proprio ruolo, laici che desiderano spendere il loro tempo per il bene del prossimo. Ogni Confraternita porta in se un carattere proprio ma possiede degli elementi comuni: sono esperienza di Chiesa, attraverso l’impegno attivo nelle comunità, costituiscono e costruiscono la comunità, sono parte integrante delle parrocchie. Sono luogo di preghiera e di pietà, non un insieme di persone bigotte, ma luogo di pietà popolare, perché luogo di ricerca di Dio, di culto, di adorazione, d’incontro con Cristo nella sua Parola e nell’Eucaristia. Le Confraternite sono luogo di carità: la vera pietà verso Dio rende il cuore tenero, sensibile verso i fratelli più deboli, fragili e bisognosi. Per questo, in questo anno dedicato dal Papa Francesco alla Misericordia, sabato 29 ottobre sarà celebrato ad Ales il Giubileo diocesano delle Confraternite. Il raduno dei confratelli si terrà presso la Chiesa di santa Maria, dove ogni confraternita indosserà il proprio abito: alle 16.30 processione verso la Cattedrale per il passaggio della Porta della Misericordia. Alle 17 verrà concelebrata l’Eucaristia presieduta dal Vescovo Mons. Roberto Carboni. Un appuntamento da non perdere. Luigi Loi

 

Lascia un commento